Hashtag su Instagram
Gli hashtag su Instagram: cosa sono e che importanza hanno

Scopriamo insieme cosa sono e come vanno inseriti gli hashtag su Instagram e perché non se ne può più fare a meno

Continui a vedere i tuoi amici inserire hashtag sulle foto e non sai cosa siano? Ti sei chiesto mille volte a cosa servano gli hashtag su Instagram? Vediamo di cosa si tratta e perché sono indispensabili per le tue foto

 

Che vuol dire la parola hashtag?

La parola hashtag è una parola inglese composta da “hash” che vuol dire “cancelletto” e da “tag” che potremmo tradurre con un semplice “etichetta, contrassegno”.

Bisogna subito essere chiari su un punto: hashtag e tag non sono la stessa cosa. Il primo serve ad inserire la propria foto in una categoria mentre il tag è utile per far sapere alla persona o al brand taggati che sono presenti in quel determinato scatto. 

A cosa servono gli hashtag su Instagram?

La prima utilità nell’inserire gli hashtag su Instagram è quella di creare un collegamento attivo sulla foto: se nella didascalia della tua foto al mare, per esempio, scriverai #mare, la tua foto verrà immediatamente inserita in un gruppo di scatti riguardanti il mare.

Visto che il social Instagram non utilizza la funzione album, con l’inserimento degli hashtag potrai creare un tuo album/feed collettivo a seconda di ciò che vorrai postare: per questo creare hashtag, e non solo citare quelli più famosi, aumenta la visibilità dei tuoi contenuti e ti aiuta a creare un gruppo di foto che vorrai ricordare, quelle di un viaggio, di un evento importante o una semplice foto con degli amici. 

Gli hashtag su Instagram incrementano il numero dei followers? , ma con le dovute precisazioni. Gli hashtag rendono i vostri contenuti web accessibili a tutti: se hai pubblicato una foto contenete l’hashtag #river (‘fiume’), un utente americano, norvegese, italiano o cinese quando cliccherà sull’hashtag #river, vedrà la tua foto e se gli piacerà comincerà a seguirti.

Anche il mondo degli hashtag però ha le sue regole da seguire per ottenere like su Instagram. Scopriamone qualcuna.

Come scrivere su Instagram gli hashtag

Vediamo insieme qualche indispensabile dritta per utilizzare gli hashtag al meglio. 

Dove si inseriscono gli hashtag su Instagram? 

Dopo aver scattato la tua foto e aver rispettato tutta la ormai nota procedura per postare foto su Instagram, è arrivato il momento di aggiungere gli hashtag nella barra della ‘Didascalia’, preceduti o meno da una piccola descrizione del tuo scatto e dalle persone che vorrai taggare.

Come si scrive un hashtag?

Un hashtag per diventare un collegamento attivo ha bisogno che ci sia un #(cancelletto) e la parola/le parole da voi scelte senza nessuno spazio tra una e l’altra e tra il cancelletto e la prima parola (se in un solo hashtag vuoi inserire più parole sarà conveniente #ScriverleCosì). 

Avrai scritto l’hashtag correttamente quando, dopo aver digitato, diverrà #celeste e non più #nero (succede la stessa identica cosa anche su altri social come Facebook, Twitter e Google+).

Caratteri permessi negli hashtag 

Nella creazione degli hashtag sono consentiti tutti i caratteri e numeri presenti in tastiera tranne:

  • Simboli speciali come &,%,$,£,”,’, ad eccezione dell’underscore ( _ ) che non interrompe il collegamento attivo
  • @, perché inserendolo vorrà dire che state taggando una persona o un brand e quindi non è utile alla costruzione del collegamento

Qualche dritta sugli hashtag 

Per essere definito un buon hashtag, deve aver un senso. Se decidi di digitare #nomecittà con l’intento di inserire il tuo contenuto nella categoria degli scatti inerenti a quella specifica città, assicurati che ciò che viene visualizzato sia direttamente riconducibile al luogo da te citato: fotografare una strada qualunque o un albero o un paesaggio e aggiungerci #Roma, non farà capire all’utente che visualizzerà la tua foto di cosa si tratta; se invece ad una foto del Colosseo, della Basilica di San Giovanni o di Villa Borghese aggiungerai l’hashtag #Roma,  il tuo collegamento attivo avrà un senso. 

Un altro particolare a cui fare attenzione è la quantità degli hashtag inseriti in didascalia: il cosiddetto ‘muro di hashtag’ non ti aiuterà ad essere più visibile e ad aumentare il numero dei tuoi amici Instagram, se non di pochissimo.  Bisogna utilizzare hashtag ben precisi e studiati per ottimizzare il vostro post e ottenere risultati.

È consigliabile che la maggior parte degli hashtag siano scritti in inglese. Instagram al momento calcola più di 150 milioni di iscritti, dei quali pochissimi conosceranno l’italiano: per far crescere i tuoi followers e la visibilità è meglio scrivere in una lingua comprensibile dalla maggior parte degli utenti. 

Se hai dimenticato qualche hashtag importante potrai inserirlo nel commento alla tua stessa foto, il collegamento sarà comunque attivo e il tuo scatto rientrerà nella categoria da te scelta. Questo succede solo per i tuoi contenuti, se dovessi invece commentare con un hashtag la foto di un altro utente, questa non verrà categorizzata.

Se non hai idee o non sai quale hashtag scegliere, cerca su Top-Hashtag i migliori hashtag del momento. 

Il mio piccolo consiglio

#Non #scrivere #così, altrimenti la tua foto verrà inserita nella categoria #non, nella categoria #scrive e in quella #così, perdendo di valore e significato e rischiando di passare inosservata al popolo Instagram.