PC e Kinect: Un matrimonio che si può fare

Passati i risentimenti iniziali da parte del colosso di Redmond che non vedeva di buon occhio l'utilizzo di Kinect fuori dal territorio Xbox. Salita però la febbre da modifica indipendente Microsoft è dovuta correre ai ripari dando la possibilità di sfruttare il controller di movimento anche su PC, grazie all'arrivo di veri e propri driver per Windows , con tanto di SDK...

Ad oggi, la situazione si è talmente evoluta da costringere i tecnici Microsoft a studiare una vera e propria revisione della periferica indirizzata esclusivamente al computer. Un Kinect con componenti ottimizzati e un firmware ulteriormente ritoccato per Windows verranno presto messi nelle mani degli sviluppatori indipendenti che creano applicazioni PC con i sensori dell'attuale periferica Xbox 360.

Una modalità ravvicinata è la novità più importante in arrivo per questo Kinect 2.0. una periferica che permetterà di distinguere oggetti messi vicinissimi all'occhio robotico (meno 50 cm) senza perdere colpo.

Kinect trasforma il giocatore in un controller umano ma i suoi attuali algoritmi richiedono all'utente di posizionarsi almento a due metri dal sensore per non andare in confusione. Distanza che aumenta quando si gioca in gruppo.

Di recente Microsoft aveva inaugurato il programma Kinect Accellerator, al fine di aprire le porte ai giovani sviluppatori puntando a spingere Kinect fuori dall'esclusiva funzione ludica. Microsoft è arrivata ad investire 20.000 dollari sulle idee meritevoli proposte da un totale di 10 team indipendenti. Gli sviluppatori potranno sperimentare nuove soluzioni per i sensori di movimento e collaudare una tecnologia più avanzata per i comandi vocali.