Servizi Cloud Computing: Che cos'è e come si usa

Da quando internet è entrato nella nostra vita è sempre stato visto come un gigantesco luogo x, un enorme bacino di dati, intangibile e lontano al di sopra di tutti noi, della nostra casa e del nostro ufficio, un luogo non meglio identificato che spesso è stato chiamato “nuvola” (cloud). E se questo bacino ha un enorme portata perchè non archiviare al suo interno dati e programmi che affollano il nostro PC. E' sulla base di questa idea che nascono i servizi di cloud computing free dando ai privati e alle aziende la possibilità di archiviare e memorizzare i dati dei computer nel bacino di internet in maniera gratuita...

Se i dati, i servizi hardware e software risiedono sui server web piuttosto che sui singoli computer l'accesso ai servizi può avvenire gratuitamente in qualsiasi momento e in qualsiasi lungo e attraverso qualsiasi supporto che abbia un collegamento alla rete. La comodità che la delocalizzazione delle risorse attraverso i servizi di cloud computing può offrire è ovvia.

Un cloud server, la base dei servizi di cloud coputing, è un'istanza virtuale, che si configura on demand in pochissimi minuti. Ogni Cloud Server ha 10megabit di banda internet garantita al 100% e il traffico è completamente gratuito.

iCloud è il primo esempio dei servizi di Cloud computing, gratuito e accessibile a tutti, e nonostante sia ancora in fase beta è perfettamente funzionante. Per accedere ad iCloud basta iscriversi direttamente sul sito; sono richieste solo l’user, la password, il proprio nome e cognome e l’email. Una volta fatto il primo passo l'ingresso nel futuro di internet e dall'archiviazione dei documenti è garantito.