Come rispondere al numero fisso dal cellulare: breve guida step per step

Rispondere ad una chiamata verso l’interno del proprio ufficio anche mentre si è in viaggio o addirittura in un altro paese: si tratta certamente di una comodità, soprattutto in epoca di smart working.

Grazie al VoIP, cioè la tecnologia che consente di telefonare attraverso internet, diventa possibile portare sempre il fisso con sé, in modo semplice e a prezzi contenuti.

Rispondere al fisso usando lo smartphone: quali sono i vantaggi?

In quali casi l’opzione di cui si è parlato nell’introduzione a questo articolo può essere utile? Quando si è fuori sede per un viaggio di lavoro ma si deve comunque poter rispondere al proprio interno o, più semplicemente, quando si lavora da casa. Si potrà, in questi casi così come in molti altri, rispondere al numero dell'ufficio usando lo smartphone, senza che clienti, fornitori e partner commerciali si accorgano della differenza.

Il VoIP può essere di aiuto anche per i privati: si immagini la praticità di utilizzare il cellulare come se fosse un cordless, rispondendo al numero fisso domestico in qualunque punto della casa o addirittura quando si è fuori casa.

Guida alla configurazione del numero fisso sullo smartphone

Di cosa si ha bisogno per rispondere al fisso anche quando non ci troviamo in ufficio o in casa?

Ecco la risposta:

  • di un contratto voip
  • di uno smartphone Android (o iOS)

Come funziona il passaggio al VoIP

Primo step: acquistare un nuovo numero virtuale o, caso più probabile, effettuare la portabilità del proprio numero fisso dall'attuale gestore ad un provider VoIP.

E se ancora non fosse chiaro cosa sia il VoIP, di seguito una breve definizione. Si tratta semplicemente di una modalità di telefonia basata interamente sulla rete internet. Il telefono funziona attraverso internet. I suoi vantaggi? Costi bassi, "infrastrutture" semplici, affidabilità, qualità delle conversazioni ottima ed una notevole flessibilità, che si traduce in tante funzioni un tempo impossibili.

Come accennato, molto probabilmente si avrà bisogno di mantenere il solito numero fisso, aspetto cruciale soprattutto se stiamo parlando di un numero aziendale, che in effetti rappresenta un vero e proprio asset (si pensi a quanto lavoro sarebbe necessario per aggiornare ovunque i contatti aziendali).

Fortunatamente, qualunque numero fisso può essere trasferito liberamente da un gestore ad un altro, e questo vale anche quando si sceglie di passare al VoIP. Il tutto è possibile attraverso una procedura detta "portabilità", molto simile a quella utilizzata per spostare un numero di cellulare da un operatore all’altro.

Ma come funziona la portabilità da un numero fisso tradizionale al VoIP?

Portabilità VoIP: come funziona e come richiederla

Esattamente come in qualunque tradizionale passaggio da un gestore ad un altro, bisognerà solo individuare il nuovo operatore VoIP e poi seguire la sua procedura-

Per questa guida sulla portabilità e configurazione del VoIP sul cellulare abbiamo fatto riferimento a questa procedura.

La procedura per la portabilità del numero in genere è automatica. Dopo aver sottoscritto il nuovo contratto con il gestore VoIP, bisognerà:

  • richiedere il "codice di sblocco" al gestore che si sta lasciando
  • inoltrare la richiesta di portabilità (in genere basta accedere al pannello di controllo personale online sul sito del gestore e selezionare l'apposita voce)
  • attendere i canonici 10/15 giorni per il completamento della procedura

In caso di difficoltà ad ottenere il codice di sblocco dell’utenza (che di fatto è un semplice codice numerico), occorre contattare l'assistenza clienti del vecchio provider e far valere i propri diritti: i gestori sono tenuti per legge a fornire senza esitazioni questa informazione.

Cosa succederà alla linea durante la procedura di attivazione? Ci saranno interruzioni? No, il tuo numero continuerà a funzionare nel corso di tutta l'operazione, salvo eventuali brevi disservizi nel momento esatto della configurazione presso il nuovo operatore.

Telefonare con il VoIP: cosa c'è da sapere prima di cominciare?

Una volta passato al VoIP, si potrà scegliere tra varie alternative per effettuare e ricevere chiamate.

La prima è anche la più semplice: sarà possibile utilizzare un telefono VoIP, ovvero un apparecchio telefonico simile nell’aspetto a quelli tradizionali, ma progettato appositamente per supportare il VoIP. Esistono diversi brand che producono e commerciano telefoni SIP (definizione tecnica di questi apparecchi), tra cui quelli più consigliati sono. A seconda delle esigenze si potrà scegliere tra un telefono che sfrutta al massimo tutte le potenzialità del Grandstream e Gigaset VoIP (ad esempio integrando una videocamera per le videochiamate) oppure optare per un modello base.

Tuttavia, per telefonare con il VoIP non serve necessariamente un apparecchio fisico. Diventa infatti possibile, ad esempio, effettuare e ricevere chiamate attraverso un PC o notebook, semplicemente installando e configurando un programma ad hoc, come Zoiper Free ed Express Talk (che in sostanza funzionano in maniera simile a Skype).

Rimane poi l'opzione che interessa a noi, ovvero quella che risulta in assoluto più pratica e versatile: configurare il proprio smartphone per ricevere ed effettuare chiamate con il numero VoIP fisso.

Attenzione: il VoIP ha sempre bisogno di una connessione internet per veicolare le conversazioni telefoniche, per questo motivo si avrà bisogno di un contratto per l'accesso alla rete dati mobile o di una sorgente wi-fi per chiamare. La buona notizia è che per effettuare una chiamata si avrà bisogno di una velocità in upload minima di appena 50 Kbit/sec, un valore ormai assicurato da qualunque connessione 3G/4G e contratto ADSL.

Come configurare lo smartphone per rispondere ad un numero fisso VoIP

Impostare il proprio cellulare per fare in modo che, oltre che con il normale numero della SIM, sia in grado di chiamare e ricevere anche tramite il numero fisso VoIP è molto semplice.

Di seguito, ti proponiamo la procedura completa per i dispositivi con sistema operativo Android (anche se la configurazione è estremamente simile anche per iPhone e ad altri device iOS).

Il primo step consiste nel recuperare i seguenti dati relativi alla propria numerazione VoIP:

  • utenza
  • password
  • SIP server


Per recuperarli:

  • accedere al sito del tuo gestore VoIP
  • effettuare il login all'area clienti
  • accedere al pannello di controllo dell'account
  • cercare la voce relativa ai "parametri di configurazione" o simili
  • segnarsi i dati di cui sopra

Ora siamo pronti per configurare il VoIP sullo smartphone Android:

  • accedere alle impostazioni
  • selezionare la voce "impostazioni chiamate"
  • scegliere "account di chiamata"
  • aggiungere un nuovo account SIP (VoIP) con un tap sul bottone "+"
  • inserire nei campi appositi i dati relativi a utenza, password e sip server
  • salvare
  • abilitare il nuovo account impostandolo su "on"

A questo punto, dalla schermata "account di chiamata", si può tappare su "effettua chiamate con" e imposta su "chiedi prima". In questo modo, si riceveranno le telefonate sia sul numero della propria SIM che sulla numerazione VoIP fissa, mentre prima di effettuarne una sarà lo smartphone a chiedere quale opzione utilizzare tra le due.

Come configurare il numero VoIP sullo smartphone tramite app

Per rendere ancora più pratico l'uso del proprio numero VoIP sul cellulare, si potrà scegliere di utilizzare un'app progettata appositamente, come ad esempio Zoiper (disponibile per il download gratuito).

Una volta scaricata ed installata l'app, sarà necessario configurarla, utilizzando sempre i propri dati (utenza, password e sip server).

Occorre procedere così:

  • aprire Zoiper
  • tappare su "accetta le condizioni e prosegui"
  • selezionare "skip" e, nella schermata successiva, "next"
  • riempire i campi vuoti con i tuoi dati e quindi tappa su "create account"
  • inserire il nome dell'host del proprio provider (coincidente con il SIP server)
  • compilare il campo "authentication username" con la propria utenza e proseguire con "next"
  • attendere la conferma del processo di "verifica del protocollo", quindi tappare su "finish"

L'uso dell'app offre diversi vantaggi, tra cui il più importante è quello di poter disattivare con facilità il numero VoIP semplicemente selezionando "exit" e chiudendo l'applicazione. Viceversa, si rischierebbe di mantenere sempre attivo il numero dell'ufficio e di continuare a ricevere chiamate anche dopo l'orario di lavoro.

Di default, Zoiper integra codec (le componenti dell'app che si occupano di gestire il segnale audio) che assicurano una qualità delle chiamate di ottimo livello. Nella rara eventualità di problemi a livello di chiarezza dell'audio, è possibile acquistare il codec G729 (euro 9,99) sempre attraverso l'app, per avere la certezza di una qualità impeccabile delle conversazioni.

Inizia a chiamare con il tuo numero fisso dal cellulare

Da questo momento in poi, si avrà sempre il proprio numero fisso a portata di mano: si riceveranno e si potranno effettuare chiamate utilizzando il proprio numero VoIP usando lo smartphone ma spendendo esattamente quanto previsto dalle tariffe del proprio contratto.

Di seguito, elenchiamo due situazioni tipiche in cui il numero VoIP sul cellulare  rappresenta un vantaggio:

  • smart working (lavoro da casa): il dipendente o libero professionista risponde al numero dell’ufficio direttamente dal cellulare. Non occorre comunicare a colleghi e clienti un numero alternativo a cui si è reperibili.
  • Lavoro fuori sede: il dipendente o libero professionista non si trova in sede ma risponde ugualmente alle chiamate che arrivano sul fisso in ufficio. Non occorre comunicare un numero telefonico alternativo e la continuità operativa è assicurata.

Oltre a quelle citate, esistono molte altre casistiche, ad esempio il lavoro presso una sede secondaria che non possiede una rete cablata, oppure la scelta di preferire gli smartphone ai telefoni fissi senza per questo rinunciare alle numerazioni fisse.