Nuovo caso di autocombustione di un iPhone

Dopo il caso del 25 novembre, in cui un passeggero della compagnia australiana Regional Express ha avuto una brutta sopresa vedendosi andare in fumo il suo iPhone, il caso di autocombustione di un iPhone si è ripetuto anche in Brasile...

Il caso brasiliano è simile a quello australiano: messo in carica l'iPhone, durante la notte ha iniziato ad emettere fumo e scintille, proprio a pochi centimetri dal viso della proprietaria che ignara dormiva. Ayla Mota, non ha riportato ustioni ne altro, semplicemente è stata scossa dal, non più, tanto particolare incidente. La ragazza ha raccontato di essere stata svegliata dallo sfrigolare del telefono, notando che l' intera stanza era immersa nel fumo. Probabilmente il problema deriva dalla batteria, che come accaduto già in passato a molti modelli di cellulare, ha iniziato a fondere improvvisamente. Naturalmente ci sono indagini per stabilire con precisione la natura del problema.