youtube streaming
Youtube streaming: in arrivo una nuova app

Non c'è niente da fare: se manca un accompagnamento musicale, la giornata non può andare avanti. Tutti noi abbiamo una colonna sonora del cuore che variamo a seconda dell'orario della giornata, dello stato d'animo o dell'occasione. Finora abbiamo sempre fatto ricorso a spotify: l'app di musica per eccellenza che ci fa compagnia a casa, in ufficio o sui mezzi pubblici. Ma da oggi l'offerta si fa ancora più ampia grazie al debutto di Youtube Music: il servizio youtube streaming che darà del filo da torcere al colosso dell'app musicale.

 

Youtube lancia due nuove app di musica

In realtà non dovrebbe stupirsci la notizia, dal momento che il colosso americano è il secondo sito più visitato del mondo dopo Google ed è famoso proprio per essere una piattaforma di video (ovviamente anche musicali). Youtube vanta più di un miliardo di utenti in 88 paesi nel mondo ed è disponibile in 76 lingue.

Allora, forse, era solo questione di tempo e il momento giusto è arrivato. L'azienda americana ha lanciato due diversi servizi di musica streaming: YouTube Music e YouTube Premium. La prima è un’app che permette di ascoltare musica youtube streaming del tutto gratuitamente, ma con annunci pubblicitari tra un brano e l'altro. Per chi invece non sopporta di ascoltare la musica con interruzioni è stato attivato YouTube Music Premium che funziona anche offline; ovviamente quest'ultimo è a pagamento: dopo i primi tre gratuiti, il costo è di 9,99 euro al mese.

Per rafforzare maggiormente il rapporto con gli utenti, che solitamente già ascoltano musica attraverso i video sulla propria piattaforma, Youtube ha annunciato la creazione di YouTube Premium per offrire agli abbonati i servizi di YouTube Music Premium e poter accedere, a 11,99 euro mensili, a tutti i contenuti YouTube Originals, tra cui Cobra Kai, The Sidemen Show e F2 Finding Football.

Scaricando l'app, ma anche accedendo su Youtube via browser, gli utenti potranno ascoltare milioni di brani in playlist del tutto personalizzate. Non solo gli ormai tradizionali video musicali: con le nuove app si potrà godere di album, singoli, remix, live, cover; così come di quei contenuti musicali presenti solamente su youtube e altrimenti difficilmente reperibili.

Il grande annuncio sopraggiunge a poca distanza dal lancio di Amazon Prime Music in Italia che mette a disposizione dei clienti Prime un catalogo di 2 milioni di brani senza costi aggiuntivi. A questo punto non ci resta che rimanere di guardia e attendere la risposta di Spotify, che ha tra l'altro debuttato in borsa lo scorso aprile.