Password Social trafugate
Nessuno è al sicuro con le password, neanche Zuckerberg...

Pur avendo una genialità superioriore alla media, e pur possedendo qualsiasi tipo di tecnologia esistente neanche Mark Zuckerberg, il creatore del più grande Social Network mondiale, è al riparo dalla minaccia degli hacker.

C'è da stabilire quanto siano stati intraprendenti e risolutivi i pirati di OurMine o quanto sia invece dovuto alla banalità della password "Dadada" scelta.

Gli hacker una volta "entrati" hanno "bucato" i 4 account del proprietario di Facebook (Instagram, Twitter, LinkedIn e Pinterest).

Da quanto sembra, la banale password di Zuckerberg sarebbe stata "Hackerata" attraverso LinkedIn. Recentemente infatti era uscita la notizia che almeno 100 milioni di credenziali erano state trafugate nel 2012.

Come minimo possiamo evidenziare tre errori nella scelta della DADADA :

1) Troppo semplice.

2) Stessa password su tutti i profili(Instagram, Twitter, LinkedIn e Pinterest).

3) Da troppo tempo non la cambiava visto che le credenziali sono state trafugate nel 2012.

Visto che neanche chi ha dimestichezza con password, internet e social, può cadere nelle fitte trame delle reti dei pirati i consigli che possiamo darvi per le vostre password sono i seguenti:

1) Scegli una password lunga (almeno 8 caratteri);

2) Renderla complessa, evitando quindi le banali combinazioni di numeri (12345 - 09876 ecc...);

3) Inserisci sempre un mix di numeri e lettere intervallate da lettere maiuscole e minuscole;

4) Usa password diverse per l'accesso ai diversi programmi.