come funziona google home
Come funziona Google Home e come funziona Google Home Mini

Google Home e Google Home Mini ti consentiranno di utilizzare i servizi di Google nella tua abitazione, eseguendo degli ordini che tu gli impartirai. Sorprenditi di quello che possono fare.

Quante volte hai preso il tuo smartphone e hai pronunciato "Ok Google..." o "Hey Google..." e hai avanzato una richiesta al volenteroso Google Assistant? E lui ti ha indicato un percorso per raggiungere una destinazione, ti ha fatto ascoltare una canzone, ti ha tradotto una parola... Magari gli hai chiesto anche di raccontarti una barzelletta e lui ti ha accontentato.

Pensa a queste stesse funzionalità, anzi ampliale, e trasportale all'interno delle mura domestiche: questo è Google Home. Google Home è un dispositivo con cui l'utente interagisce attraverso comandi vocali per ottenere informazioni, gestire altri device della casa e sistemi di domotica. Google Home parla, risponde alle tue richieste e esegue i tuoi comandi. I periodici aggiornamenti del sistema operativo di Google Home lo rendono gradualmente più efficiente e in grado di eseguire comandi sempre più complessi.

Capiamo meglio come funziona, cosa è in grado di fare, i modelli in commercio e di cosa hai bisogno per configurarlo.

 

Google Home, Google Home Mini e l'app di Google Home.

Attualmente in commercio esistono due tipi di modelli: Google Home e Google Home Mini. La differenza tra i due modelli è nel design, nelle dimensioni, nella qualità audio e nel prezzo.
Per utilizzare e configurare sia Google Home che Google Home Mini, si deve necessariamente utilizzare la specifica App di Google Home, che serve principalmente a connettere i device della casa e implemetare le funzioni di Google.

Analizziamo le caratteristiche di Google Home e di Google Home Mini e scopriamo il loro funzionamento.

Come funziona Google Home e cosa può fare.

Google Home è una sorta di cilindro alto circa 15 cm per 10 di diametro. È dotato di un alimentatore e di un cavo di alimentazione, perché il dispositivo deve essere continuamente acceso per funzionare correttamente.

Nella parte inferiore del dispositivo si trova una membrana che protegge quattro altiparlanti e che può essere sostituita con altre membrane di differenti colori. La parte superiore del dispositivo è bianca. È dotata di un sistema touch che svolge azioni limitate: alza e abbassa il volume, avvia o arresta una riproduzione e, con una pressione prolungata, attiva Google Assistant (l'equivalente di pronunicare "Ok Google").

Quando viene fatta una richiesta a Google Home sulla superficie superiore del dispositivo compaiono quattro pallini che, a seconda del colore che assumono, indicano lo stato di elaborazione della domanda: sono colorati quando è in corso l'elaborazione, rossi se il controllo vocale viene disattivato.

Google Home è un dispositivo da connettere alla rete wi-fi domestica e, una volta connesso a una rete internet, riesce a svolgere le richieste che gli vengono fatte attraverso dei comandi vocali. Come abbiamo già accennato, Google Home parla, proprio come l'assistente sul tuo telefono. Al comando "Ok Google/Hey Google", seguito da una qualsiasi richiesta, lui risponde svolgendo l'azione prevista.

Tra le mura domestiche può svolgere diverse funzioni, dalle più semplici come:

  • Attivare una sveglia.
  • Tenere un Timer.
  • Fare dei calcoli.
  • Svolgere ricerche - dizionario, wikipedia, traduzioni, orari di apertura o chiusura di esercizi commerciali, ecc..
  • Tenere l'agenda degli appuntameti e dei promemoria della giornata.
  • Fornire aggiornamenti Meteo.
  • Dare informazioni in tempo reale su risultati delle partite.
  • Ascoltare Musica - seleziona e ricerca un brano musicale (su Spotify o Google Music ad esempio) e lo trasmette attraverso gli altroparlanti.
  • Fare conversazione - proprio come avviene sullo smartphone, si può interpellare Google Home per un'opinione o una barzelletta (siete invitati a provare!).
  • Ascoltare i notiziari di radio o tv.

Google Home può svolgere anche dei compiti più complessi, interagento con gli altri device della casa, creando un sistema domotico che è possibile gestire anche da remoto. Accende le luci, controlla i climatizzatori, gestisce sistemi di allarme, accende e spegne il riscaldamento, può inviare riprese della casa e interfacciarsi con degli elettrodomestici. L'utente deve comunque verificare la compatibilità di determinati sistemi o elettrodomestici con Google Home: in molti casi sono infatti necessari interruttori compatibili o sistemi in grado di collegarsi alla connessione wi-fi domestica e che possano così interagire con Google.

Google Home Mini come funziona.

Google Home Mini è la versione economica di Google Home. È un dispositivo di piccole dimensioni che si presenta come una piccola cupola. È largo circa 10 cm ed è alto circa 2 cm. È interamente ricoperto da una membrana e sulla sua superficie si possono scorgere quattro pallini allineati che, come nel caso di Google Home, indicano la ricezione dei comandi da parte del device. Necessita di essere costantemente alimentato, per questo è dotato di un alimentatore e di un cavo di alimentazione.

Google Home Mini funziona esattamente come Google Home ed è in grado di assolvere gli stessi comandi e le stesse funzioni. La differenza tra i due modelli si basa principalmente nella resa acustica del device: Google Home Mini è dotato di un'unica cassa rispetto alle quattro di Google Home, quindi la qualità della trasmissione è decisamente inferiore. Le piccole dimensioni, il design semplificato e qualità di audio di Google Home Mini sono i fattori che influiscono nella differenza di prezzo rispetto al prodotto di punta Google Home.

Google Home App come funziona.

La App di Google Home è un elemento essenziale per configurare Google Home e Google Home Mini. L'applicazione si scarica da qualsiasi store di applicazioni (sia su Android che su Apple) e deve essere collegato al proprio account Gmail (in caso ne siate sprovvisti dovrete creane uno). L'applicazione individua il dispositivo (o i dispositivi) Google Home presenti in casa e permette di collegare questi dispositivi tutti i nostri account presenti, ad esempio, su piattaforme audio-video come Netflix, Spotify, Google Music, e con gli altri sistemi compatibili presenti nella nostra abitazione (elettrodomestivi, prese elettriche, ecc..). Tramite l'App di Google Home è possibile anche selezionare quale notiziario o radio ascoltare e quali azioni preferiamo che Google Home svolga e quali no.

Al nostro account sull'app di Google Home possiamo inoltre collegare gli account degli altri abitanti della casa e gestire dei sistemi in condivisione.