cosa chiedere a google home
Cosa chiedere a Google Home - l'assistente sempre in ascolto

Comunica con Google Home. Fai le domande giuste per ottenere le informazioni che cerchi.

Chiunque abbia acquistato un dispositivo Google Home si sarà accorto che in casa è subentrato un nuovo abitante: Google Assistant. Si chiama così la voce che dal device interviene in nostro soccorso ogni volta che invochiamo "Hey Google..." o "Ok Google..." e facciamo la nostra richiesta.

Se vi chiedete come è fatto o che faccia abbia il vostro assisstente, la risposta è semplice: quattro pallini. Proprio come le espressioni del viso, i pallini posti sulla superficie superiore di Google Home e di Google Home Mini indicano la reazione del dispositivo alle nostre richieste, se la domanda che abbiamo posto sia stata compresa o meno e se il dispositivo sia attivo o in stand by.

Ma cosa chiedere a Google Home? Google Home e Google Home mini possono svolgere moltissime funzioni, ma per attivarle occorre porre le nostre domande nel giusto modo, che si tratti del meteo o di una funzione relativa alla domotica della casa, per ottenere la giusta risposta.

 

Cosa si può chiedere a Google Home?

La risposta è di tutto. Se volete toglervi qualsiasi dubbio sulle capacità di Google Home, potete iniziare a relazionarvi con lui chiedendogli "Cosa sai fare?" e l'assistente, sempre in ascolto, vi elencherà le sue capacità. Ricordate che per ottenere informazioni dettagliate su meteo, agenda di lavoro, promemoria o altro, dovrete permettere al dispositivo di accedere ai vostri dati personali in fase di configurazione. Prima di porre una domanda, ricordate sempre di attivare il dispositivo tramite il comando "Hey Google" oppure "Ok Google".

Di seguito ci sono alcuni esempi di cosa potete chiedere, suddiviso per aree tematiche. Tenete presente che si tratta di una descrizione parziale di tutto quello che potete domandare al dispositivo, starà a voi approfondire e sondare le capacità di comprensione di Google Home e, in base a queste, capire come formulare all'assistente quesiti specifici per le vostre esigenze.

Geolocalizzazione - potete porre a Google Home domande sulla zona in cui abitate e sulla vostra città di residenza. Per avere risposte adeguate dovrete permettere al dispositivo in ascolto di accedere alla vostra posizione in fase di configurazione.

  • Navigatore: Portami in via... / Dove si trova il negozio...?
  • Meteo: Come è il meteo di oggi? Pioverà oggi?
  • Esercizi commerciali: A che ora apre/chiude il negozio...?
  • Traffico: com'è il traffico sul raccordo?

Area personale - potete formulare all'assistente domande sulla vostra agenda, chiamare i contatti registrati sulla vostra rubrica, farvi elencare i vostri promemoria, cosa dovete comprare al supermercato e impostare delle sveglie.

  • Agenda: quali sono i miei impegni di oggi?
  • Promemoria: ricordami di prenotare l'appuntamento dal parrucchiere oggi alle 17.00.
  • Sveglia: imposta sveglia domani alle 7.30.
  • Lista della spesa: cosa devo comprare oggi?

Richieste generiche - potete chiedere sempre di tutto all'assistente Google, nello stesso modo in cui vi rivolgete al motore di ricerca quando volete conoscere qualcosa.

  • Dizionario: cosa significa "gargantuesco"? Qual è il contrario di...?
  • Calcolatrice: quanto fa...? a quanto corrisponde il 20% di...?
  • Traduzione: come si dice "sono felice" in inglese?
  • Ricerche dal web: quanto è alto il monte Everest?

Contenuti multimediali - ogni volta che vorrete accedere a un contenuto multimediale Google Home si rivolgerà alle piattaforme a cui siete registrati. In fase di configurazione potete impostare i vostri canali preferiti e il dispositivo accederà sempre direttamente a quegli account per riprodurre il contenuto che preferite.

  • Musica: fammi ascoltare "Blowin in the wind di Bob Dylan".
  • Video: voglio vedere "La Casa di Carta".
  • Informazione: quali sono le notizie di oggi?
  • Radio: metti Radio Rock.

Programmare un'azione senza formulare una richiesta esplicita. Le Routine di Google Home.

È possibile far svolgere delle azioni a Google Home senza dover necessariamente chiedere o ordinare qualcosa. Si possono impostare delle routine, ovvero delle azioni che il dispositivo svolgerà automaticamente in determinati orari, secondo le vostre esigenze.

Per impostare una routine dovrete aprire l'app Google Home e andare sul vostro account (l'icona con l'omino in basso a destra). Pigiate "Impostazioni" e andate sulla voce "Assistente", quindi selezionate l'opzione "Routine". Questa voce vi consentirà di programmare delle azioni che il dispositivo può compiere sempre, in diversi momenti del giorno o in risposta a una vostra parola (ad esempio "Buongiorno" o "Buonanotte").

L'impostazione delle Routine rappresenta un passo avanti nella capacità di Google Home di interfacciarsi anche con i sistemi di domotica. Potete infatti collegare Google Home a moltissimi device all'interno della vostra casa: dalla tv, alle luci, agli elettrodomestici. Potete chiedere esplicitamente a Google Assistant quando accendere uno di questi sistemi smart o servirvi delle routine per attivarli in autonomia, quando non siete in casa ad esempio o mentre dormite.

Come modificare la voce di Google Assitant.

Se proprio non sopportate la voce del vostro assistente Google Home potete modificarla con una che vi soddisfa di più tramite l'applicazione Google Home. Dovete aprire l'applicazione e recarvi nella sezione account, spingendo l'icona che raffigura un omino posizionata in basso a destra. Una volta entrati nella sezione account selezionate l'opzione impostazioni. Nelle impostazioni selezionate la voce "Assistente" e poi l'opzione "Voce Assistente" e scegliete la voce che preferite.